giovedì 16 luglio 2020

giovedì 16 luglio 2020

Leggo su un testo del settore che recita così:

"L'educazione all'arte è considerato un fattore fondamentale nella crescita socio-culturale; inoltre lo studio e l'esperienza artistica favoriscono l'esercizio dell'intelligenza emotiva, migliorano il processo formativo e rendono più aperti alla lettura dei fenomeni storici e culturali".

E' emozionante rendersi consapevoli del fatto che la sensibilizzazione all'arte forgi l'animo umano donandogli un'acuta sensibilità recettiva nei confronti della realtà che vive, penso che sia una bellissima forma di esperienza.
E' proprio vero che l'arte è qualcosa che agisce a 360°, si articola in molte direzioni, come ad esempio quella storica, quella stilitica, quella critica.
Può anche creare connessioni tra popoli differenti, i quali da sempre affondano le proprie radici e le proprie tradizioni originarie nelle espressioni artistiche più disparate.

Citando sempre il testo in un punto in cui si riferisce alle generazioni emergenti, si legge che "vivere l'arte permette di esprimere sé stessi in modo molto profondo, permette di affrontare con atteggiamento costruttivo ed emozionante la realtà donando significati sempre nuovi".

La conclusione è che l'esperienza artistica risponde ad un bisogno profondo dell'essere umano, cioè l'espressione propria di noi stessi, quella necessità di dare senso alla bellezza.

Ultima cosa, ma non meno importante, è che l'arte non è riservata a pochi e a una cerchia ristretta, ma è fruibile da parte di tutti, quindi è alla portata di ciascun essere umano.

Più bello e totale di così penso che non si possa desiderare!!!