giovedì 26/03/2020

giovedì 26/03/2020


Qualche persona con cui ho scambiato due parole in questi giorni mi ha detto di essere annoiato, di provare noia.
Per quanto io non condanni la noia come stato in sé stesso, in quanto ritengo che possa essere generatrice di grandi pensieri, non credo che in questo caso si possa parlare di NOIA. Noia di che cosa? Il fatto di non avere giornate piene e affollate di persone e di impegni tutti serrati tra loro, ci impone un freno all'improvviso.
Ma non può essere soltanto questo.
Per come la percepisco dal mio punto di vista, è il cambiare schema, cioè la scaletta, la routine, ciò a cui siamo abituati...
Essere costretti per forza ad avere parametri, abitudini e riferimenti diversi da quelli conosciuti ci manda fuori di testa ed è difficile "settarsi" su nuove frequenze.
Un ragazzo che conosco con cui ho parlato più o meno un mese fa mi ha detto che la sua vita è sempre uguale tutti i giorni: la mattina porta fuori il cane alle 6.35, rientra a casa tra le 6.42 e le 6.43, fa colazione e finisce alle 6.55, poi prende l'auto e va al lavoro, che non è molto distante da casa. Quello che mi ha colpito quando mi ha raccontato queste cose, e su cui ho riflettuto più volte in questo mese, è stato quando ha detto "L'altro giorno ho trovato chiusa la strada che faccio di solito quando rientro a casa... mi dà fastidio, non so come fare, questa cosa mi fa impazzire...! Io amo quando faccio le cose sempre nello stesso modo".
Gli ho risposto ridendo, per fare una battuta "A me farebbe impazzire sapere che tutti i giorni devo tornare a casa con il cane tra le 6.42 e le 6.43!".
Non era mia intenzione prendere in giro nessuno, ma mi ha davvero lasciato senza fiato.
Quante cose stanno dietro alla sua semplice ed innocente battuta...
Non riusciamo davvero ad avere capacità di adattamento, un po' di elasticità.
Va bene l'abitudine, ma è bellissimo a volte fare tante fantasiose variazioni sul tema!
Non significa non avere riferimenti, anzi... i riferimenti si rinnovano e respirano aria nuova quando si fa un po' di riscontro per far passare la corrente.
Ecco, tutta questa "lungagnata" solo per dire che nel momento attuale dobbiamo fare tutto in modo diverso rispetto ad ogni riferimento avuto fino ad ora.
E' davvero un gran bene!!! Accadesse più spesso! Sia ringraziato il Cielo!
In tutto questo sistema bloccato, che mi sta cominciando quasi a piacere, oggi ho avuto due "idee".
Non sono proprio idee in realtà, sono qualcosa di diverso, ma per ora le chiamerò così. Si tratta di qualcosa che ha acceso la mia giornata rendendomi felice!