sabato 20 giugno 2020

sabato 20 giugno 2020

Ho un amico che vive in Veneto che ha avuto un'idea davvero originale e della quale mi ha chiesto un parere.
Visto che mi ha detto che segue questo BLOG, decido di rispondergli direttamente da qui e spero che possa fargli piacere.

I video che hai fatto sono molto immediati e d'impatto, mi piacciono perché non sono "artificiosi" e fanno sentire come immersi nei paesaggi che attraversi con la tua bicicletta (in realtà più di una tipologia di bicicletta, come spieghi in uno dei video!).
Si sente che sei un appassionato e, guardando i filmati, si ha l'impressione di essere portati in giro per le strade che tu percorri.
Il fatto che ogni "tappa" di bici sia accompagnata dalle tue riflessioni teologico-filosofiche rende tutto molto diverso da quello che si è abituati a vedere solitamente... e poi hai ragione quando dici che andare in bicicletta è un po' una forma di meditazione che stimola la riflessione personale.
Trovo azzeccate anche le musiche di sottofondo che hai scelto: non sono né troppo calme, né eccessivamente confusionarie. L'accompagnamento musicale lo definirei un buon "bilanciamento" del tutto.
Mi piace questa idea delle meditazioni a voce alta durante le gite in bicicletta, spero tanto che porterai avanti questo proposito e che le prove che stai mettendo a punto si traducano presto in un appuntamento fisso per chi ha voglia di seguirti!
E' un progetto molto bello anche perché si sente che ci credi con il cuore e quando una persona è appassionata a fare qualcosa, fa appassionare anche gli altri!