sabato 27 giugno 2020

sabato 27 giugno 2020

C'è da recuperare un po' di sonno e un po' di stanchezza in generale, quindi cosa c'è di meglio che dedicarsi all'arte dell'intaglio della carta?
Sto scherzando, ma non troppo... sicuramente sono di parte!
Perché niente riesce a rilassarmi di più che dedicarmi a questa arte antica.

Ho realizzato due piccoli elementi trimensionali piuttosto semplici, ma riesce sempre a stupirmi la magia di un foglio di carta che ha la capacità di acquistare corpo e volume tanto da sembrare addirittura una piccola architettura.
L'effetto che ne è venuto fuori si può vedere nella sezione Gallery.
Questi papercut sono molto moolto mooolto zen!!!



E forse domani mini-corso al lab!
Un po' mi piace questa cosa di decidere all'ultimo...
Se c'è una cosa a cui ci ha abituato questa grande prova che abbiamo vissuto, e che stiamo continuando a vivere, è che bisogna sapersi adattare momento per momento, senza farsi prendere da troppe ansie di programmazione futura.
Per natura non sarei così, ma devo dire che è un grande insegnamento quello che ci viene impartito: vivere il presente, non preoccuparsi troppo di ciò che verrà, tanto meno di ciò che è stato.
E lasciare che la vita continui a stupirci fino all'ultimo giorno!!!