martedì 4 maggio 2021

martedì 4 maggio 2021

Questo RIMANERE IN VOI di domenica scorsa mi risuona dentro da un paio di giorni.
E' una cosa troppo grande!
Ed è una cosa troppo bella, troppo oltre tutto ciò che ogni uomo può immaginarsi riguardo alla Bellezza, penso che qui siamo proprio su altri piani e su livelli così elevati da arrivare ad una sorta di contemplazione.
E' bellissimo riuscire a sentire da lontano il respiro di Dio, entrarci dentro ed esserne avvolti come da un meraviglioso abbraccio di amore.
E rimanere in Lui. E Lui rimanere in me.
E' un essere insieme l'uno dentro l'altro sempre. Sempre... in qualunque istante.
Io non credo che ci rendiamo conto della grandezza estrema del vivere questo.
Succede anche quando si ama in modo profondo.
Ad un certo punto non è più un "pensare a...", un "rivolgere un pensiero..."; non è più qualcosa di circoscritto, ma è come una sinfonia che si espande e che crea un delicato sottofondo che ti accompagna, che ti permea e sta sempre con te.
E' come se ogni gesto, ogni azione, ogni parola fosse compiuta "insieme con l'altro", non importa e non è necessario rivolgere dei pensieri.
L'altro vive in te sempre. E tutto ciò che vivi, lo vivi con l'altro.
Anche se non è materialmente lì accanto a te.
Ed è molto... immensamente più grande.
E' esserci... esserci con... esserci dentro... restare... RIMANERE.
E' "rimanere l'uno nell'altro".
La profondità di amare è questa.
Vivere questo è "dare una dimora interiore all'amore", all'altro e a Dio che si nasconde nell'altro.
E' di una bellezza sconvolgente, cambia la vita quando si vive questo.
Perché non vivi più per te stesso.
Ma per amore dell'altro.
E per ringraziare ogni istante il poter gustare e toccare la Presenza di Dio che si rende carne e vita in chi amiamo più di noi stessi.