martedì 5 maggio 2020

martedì 5 maggio 2020

Oggi è successa una cosa strana...

Ci sono per tutti quelle musiche o canzoni che ci riportano a determinati momenti, alcuni più felici, altri meno.
Io ne ho a dozzine di queste canzoni e potrei ripercorrere buona parte della mia storia riferendo i vari "testi" a tanti momenti della mia vita: dal periodo del liceo, alle estati al mare con gli amici e i primi amori, da quando da piccola vivevo al nord Italia, fino a quando sono nati i miei figli... tante tante melodie diverse capaci di creare le più svariate atmosfere dentro di me. Alcune non le posso più ascoltare, perché mi ricordano periodi di sofferenza lontani nel tempo, altre non sono mai tramontate e mi hanno accompagnato in tanti momenti diversi.
Sono profondamente differenti anche i generi, perché si va dalla musica classica all'heavy metal, dal country ai grandi classici della storia della musica... beh, un universo molto molto variegato. Chissà, forse è così per tanti o per tutti... o per nessuno?!

Nel pomeriggio di oggi ho fatto un compito di Disegno on line, una cosa un po' buffa se ci si pensa: tutti lì con righe e squadre e io a spedire la traccia della verifica all'inizio dell'incontro per poi ricevere la foto dell'elaborato a fine prova.
Di questi tempi si fa così, ci si deve saper adattare a tutto!
Durante il silenzio della concentrazione, ad uno dei ragazzi è inavvertitamente partita di sottofondo una canzone che amo molto e a cui sono legata da tempo. L'ho lasciato fare... avevo voglia di ascoltarla anch'io, è molto bella, ma soprattutto mi ricorda un momento particolare, un giorno solo, ma significativo. Infatti ogni volta che l'ho riascoltata, mi è sempre tornato in mente quel momento.
Questo momento è legato ad un orario... quando le lancette sono sovrapposte e puntano entrambe verso Nord.
Le parole sono tutte belle, anche se è chiaro che non tutte le parole di una stessa canzone ci rispecchiano mai.
Mi piace in particolar modo questo punto:
"A te che mi hai insegnato i sogni
e l'arte dell'avventura
a te che credi nel coraggio
e anche nella paura..."
E' bellissimo quando qualcuno ti insegna a sognare... succede e basta, non ci sono ricette, non ci sono regole... è qualcosa che ti conduce lì; e anche quando tutto appare sfumato, indistinto, sfocato, il sogno resta.
E capita a volte che ci siano dei sogni di notte che sembrano quasi veri... e quando è il momento del risveglio si resta confusi e disorientati... e anche nei giorni successivi quella sensazione così reale non se ne va.
Ma la canzone si riferisce ai sogni nel senso dei nostri "desiderata" o ai sogni che facciamo quando dormiamo?
Non è così importante in realtà, l'importante è saper sognare sempre, è lasciarsi portare dal sogno e crederci un po', è farsi accompagnare per mano da chi è ancora capace di sognare.

Ho deciso che farò un intaglio di questa canzone perché è bellissima!