sabato 15 maggio 2021

sabato 15 maggio 2021

Ho freddino al cuore...
L'ho già scritto, lo so..., anche se non qui.

A volte passi mesi e mesi, anni... in una situazione di limbo, di "pre-qualcosa" che non si riesce bene a definire. Poi all'improvviso tutto si fa chiaro, si rende "urgenza interiore", si dipanano le ombre ed una forte luce RISCHIARA. Come se il tempo e l'attesa acquistassero un senso esistenziale che va oltre e che conduce alla lettura di tutto quell'indefinito in cui eravamo immersi fino a poco tempo prima.
E' in questa fase che il tempo si rende tangibile e reale, si capiscono i momenti e i passaggi sui quali ci si interrogava senza trovare risposta, si incarna e si rende vivo l'Aiuto che ha scavato dentro di noi affiancandoci e non lasciandoci mai soli.
La fatica è incommensurabile, insopportabile, sfiancante.
Fatica vera di vita.
Ma la "svolta" restituisce la serenità, ci rende capaci di accettare, far calare dentro, raccogliere la forza dell'animo e guardare innanzi senza paura.
Non voglio che il freddo resti nel mio cuore per sempre, non posso vivere così.
Il calore, l'umanità, l'amore, la verità sono l'unica certezza che riesco a vedere e verso le quali non posso non andare.
Non voglio vivere senza.
E quando sentiamo di essere al centro della nostra verità cercata, intuita, scoperta, decifrata, compresa... non è possibile non sentirsi pieni e brillare di vita.
E anch'io desidero scintillare di vita per chi saprà amarmi.