sabato 7 novembre 2020

sabato 7 novembre 2020

Siamo piccoli granellini di sabbia infinitesima di un oceano desertico che si estende per migliaia di chilometri quadrati.
Granellini che sembrano tutti uguali, ma che sono ognuno differente dall'altro, persino con un proprio nome. Siamo NOI tutto questo.
Ci sono a volte strane e misteriose coincidenze... circostanze fortuite che si verificano, che si muovono e spostano in un modo talmente impercettibile eppure così incredibilmente perfetto, da farci capire che questi granellini in questo enorme spazio temporale e fisico non sono SOLI. No. Non lo sono.
In circostanze che sono probabilmente incomprensibili alla mente umana, capita che granelli di sabbia abbiano in comune cose... si riconoscano... si avvicinino splendidamente dando vita alla più grande magia che sia mai stata creata nell'universo.
Mi piaceva rendere questa immagine paragonando i granelli di sabbia, perchè nell'enorme casualità della vita, a volte sembra strano da comprendere come la Bellezza venga a manifestarsi e a combaciare in modo tanto degno di meraviglia e perfezione.
Ma è così.
Io lo definisco semplicemente MIRACOLO perché di fatto lo è.
E' un miracolo l'incontro tra i granelli: forse una tempesta di sabbia li ha portati a trovarsi vicini, fatto sta che si verifica...
Purtroppo a volte non si comprende la grandezza e l'unicità di questo miracolo.
Non siamo in grado di vedere, siamo presi da altro, siamo ciechi, distratti, addormentati, presi da noi stessi...
E' come perdere l'appuntamento con il treno, non far coincidere il nostro arrivo con la partenza... c'è uno switch, un "salto temporale".
Come si fa allora?
Non lo so... forse l'accettare semplicemente di essere quello che siamo è un piccolo pezzettino...
Poi provare a centrarsi sul cuore.
Sembra una cosa folle, forse una frase fatta... ma il cuore non sbaglia.
Vede dove noi siamo ciechi, sta sveglio mentre noi siamo assopiti e ci rende nudi avendo cura di toglierci la maschera quando diamo troppa importanza al nostro ego.
Farsi guidare da quella voce sottile che non smette di avere fiducia in noi è tutto ciò che possiamo fare.
Niente di più...