venerdì 13 novembre 2020

venerdì 13 novembre 2020

"Per aspera ad astra", dicevano nell'antica Roma e la saggezza dei proverbi latini raramente si trova oggigiorno!
Siamo scossi e scombussolati, un freddo silenzio cala dentro di noi e ci fa sentire piccoli, indifesi... ancora tutto questo è presente, non cambia... cambia le nostre esistenze però.
Si torna "chiusi"... era da luglio che lo dicevo tra me e me... prima o poi ci saremmo ricaduti...
L'estate ha portato molti comportamenti irresponsabili, purtroppo.
La società di oggi non è abituata alla rinuncia, per questo trascorrere i mesi di marzo e aprile in "quel modo" è apparso come il più grande dei sacrifici. E in estate tutti hanno dovuto recuperare quel tempo "perso" regalandosi tanti strappi alle regole.
Ci risiamo, ma stavolta è peggio, almeno psicologicamente.
Prima davanti a noi c'era il tepore, la luce, l'estate.
Ora il tunnel dell'inverno che deve ancora cominciare, il freddo, il lungo tempo del buio.
E' difficile provare a cercare il lumicino che sta in fondo in fondo, ancor più duro trovarlo!
Eppure "per aspera ad astra"!!!
Questa luce ci sarà.
E lo dico in un momento in cui personalmente c'è invece tanto buio, per tanti motivi...
Ma la speranza non può deludere chi crede al di là del possibile.